Senza se e senza ma
di Bastian Contrario
In questi giorni s’è notato un gran dimenarsi da parte dell’opposizione. Imbizziti e livorosi, anzi incazzati neri, due noti personaggi della politica nostrana si sono stracciati le vesti e hanno cominciato a sbraitare come forsennati contro Roberto Cenni.
Il motivo? Semplice: con la gara per la distribuzione del gas, la giunta Cenni ha portato diciotto milioncini di euro nelle casse del Comune.
Bel colpo per la città e brutto colpo per questi due farisei del sottobosco della politica di casa nostra che, non potendo dire “bravo” al sindaco per questo indiscutibile successo, si sono arrampicati sugli specchi alla ricerca di un pretesto per accusarlo di qualcosa.
Qualsiasi cosa andava bene pur di mettere in secondo piano quel successo. Per riprendere una famosa metafora evocata da Prodi qualche anno addietro, come quegli ubriachi che si attaccano ai lampioni si sono attaccati a una delibera della giunta del dicembre dello scorso anno e, facendo finta di averla scoperta per caso (il che, se fosse vero, dimostrerebbe che non si disturbano neanche di leggere le delibere di quella stessa giunta verso la quale dovrebbero esprimere opposizione) fanno finta di scandalizzarsi per le cose che sono state deliberate sei mesi or sono, avverso le quali non trovarono nulla da eccepire quando avrebbero potuto e dovuto farlo.
Come quegli ubriachi, questi due fariseucci nostrani da strapazzo, danno in escandescenze.
Lo fanno nel modo più viscido e insulso, dando ad intendere di aver tenuto in serbo questa cosa per tirarla fuori al momento opportuno ben sapendo che, se pure ineccepibile nella forma e nella sostanza, e quindi inattaccabile e incontestabile sotto ogni punto di vista, sarebbe servita per giustificare i loro strilli.
A questo punto, ci si chiede, questi due individui fanno schifo o fanno pena?

Certi ubriachi fanno solo pena, altri fanno pena e fanno schifo. Altri ancora, proprio come questi personaggi, fanno solo schifo.

Uno schifo totale, come si dice oggi, “senza se e senza ma”.

Annunci