Ragionevole dubbio
di Bastian Contrario

L’iniziativa allo studio del gruppo consiliare del PD, ovvero di un “esposto” o di una “segnalazione” alla procura etc. etc. etc., del cosiddetto “gentlemen’s agreement” fra Comune e Consiag-Estra , presenta caratteristiche tali da richiedere un piccolo sforzo interpretativo per essere compresa del tutto.

Andiamo per ordine.

Quell’accordo era tutt’altro che “segreto”. Fu, infatti, preso fra due interlocutori istituzionali abilitati a farlo nelle forme e nei modi che sono stati adottati: giunta comunale da una parte e rappresentanti legali di società partecipate dall’altra. Non è stata una riunione segreta, ma un atto pubblico. Che potesse, o addirittura “dovesse” (come sostiene il capogruppo consiliare del PD), essere stata oggetto di una discussione in seno al consiglio è opinabile, ma non è certo un dogma.

D’altra parte, sia nella forma, sia nella sostanza, l’iniziativa del capogruppo del PD ha tutta l’aria di un’iniziativa il cui vero obiettivo non è quello dichiarato, ovvero di accusare la giunta comunale e il sindaco. Se così fosse, infatti, sarebbe un’iniziativa fallita in partenza, non sussistendo -di fatto- alcun elemento a sostegno dell’ipotesi accusatoria nei confronti del sindaco e della giunta comunale.

E allora? E allora è semplice: il capogruppo del PD, mentre punta coram populo l’indice contro Roberto Cenni, cosa a lui ormai più che familiare, tira una violentissima ginocchiata -questa si davvero segreta!-nei testicoli a Paolo Abati (l’altro protagonista dell’accordo). Scopo? A parte l’antico e mai sedato rancore per avergli fatto mancare quei cinquemila voti al ballottaggio del 2009, non è da scartare l’ipotesi che ci sia dell’altro. Cosa sia lo sa solo lui e, forse, anche Abati. Bisognerebbe chiederlo a loro. Ma non ne vale la pena anche perché non ce lo direbbero mai.
A noi basta e avanza il ragionevole dubbio: un dubbio che rafforza la certezza che questo PD nostrano è un condominio nel quale la convivenza, già difficile a livello nazionale, è a Prato del tutto impossibile.

Annunci