x forteto

di Amos Bindolo Pratesi

Credo che la vicenda del Forteto sia lo specchio dell’Italia.
Fino al doppio servizio delle Iene la notizia girava solo fra pochi intimi, al massimo fra le persone che volevano per forza informarsi. Ma anche adesso che è stata resa più pubblica mi pare che poco sia cambiato. Che il silenzio dei politici, o meglio di una certa parte di loro, fosse scontato era il minimo, non foss’altro perché, come è emerso chiaramente nell’ultimo servizio, sono coinvolte anche figure potenti contro le quali evidentemente è meglio non mettersi di traverso. La cosa vergognosa è che questa vicenda sembra risentire in maniera pesante della posizione politica dei protagonisti: bacheche fino a poche giorni fa zeppe di foto e post sul bunga bunga berlusconiano adesso non riportano nemmeno un accenno a ragazzi violati in tutti i modi possibili. Su molte pagine di FB continuo a vedere lamenti, proteste e pianti per gatti impiccati, cani sbranati, piccioni tarpati: e per questi bambini diventati adulti troppo presto e tramite vergognose violenze non una parola né un post? Non ripetiamo per l’ennesima volta “abbiamo piena fiducia nella magistratura, che faccia il suo corso anche se lento” perché un giudizio e’ già stato emesso, ma più che altro perché di fronte a queste ipotesi di reato la prima cosa che si dovrebbe fare è impedire anche la benché minima ipotesi di reiterazione del fatto doloso. Vorrei vedere quale genitore lascerebbe i figli ancora là dentro!!!

Ah già! Questi ragazzi sono figli di nessuno…

Advertisements